top of page
Newsletter bis.JPG

Italia

Piemonte

Nel 2022 l’Associazione Life Share Italia ha avuto entrate per circa 66.000 euro (di cui 63.000 euro di  donazioni volontarie). Queste donazioni sono state distribuite nei progetti: India (€ 4.500), Balcani -Ucraina (€ 23.000), Italia (€ 14.000), Madagascar (€ 1.000) e progetto Asilo Costanza - Romania (€ 4.000). Quest’anno è stato pieno di benedizioni per tutti i volontari, abbiamo visto crescere l’Associazione con la collaborazione nei vari progetti; in particolare il progetto del magazzino, in cui raccogliamo vestiario, cibo e beni di prima necessità, nel primo semestre si è quintuplicato (si sono creati 5 magazzini in varie regioni del Nord Italia  per sopperire all’aiuto verso l’Ucraina).

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piemonte.jpg

Manteniamo però sempre un aiuto alle famiglie in povertà dei differenti territori, segnalati dai servizi comunali o dalle altre associazioni con cui collaboriamo, non dimenticando chi continua a soffrire a causa della guerra. 

Il progetto “Posso Ricollocarmi “ è cresciuto esponenzialmente e ad oggi abbiamo costantemente uno o due colloqui motivazionali a settimana;  appena avremo  

un locale adatto nella zona della bassa Val di Susa pensiamo di raddoppiare gli appuntamenti. In collaborazione con professioniste psicologhe e psicoterapeute stiamo fornendo supporto individuale, in prevalenza a donne isolate o con storie famigliari molto difficili e uomini con difficoltà. Tale attività anticipa la volontà della nostra associazione di aprire nel tempo un poliambulatorio, al fine di integrare quei servizi che l’ente pubblico non riesce più a erogare alla popolazione, evitando l’acutizzazione delle malattie o l’insorgenza di aggravamenti che peggiorano notevolmente la qualità della vita.
Nel progetto “Appoggiati su di me” abbiamo cercato di lavorare in raccordo con il territorio del cuneese. In particolare abbiamo preso contatto con un’associazione che si occupa delle attività di doposcuola dei bambini con disabilità grave e di attività ricreative e sportive rivolte a ragazzi e aduli con disabilità, con il doppio obiettivo di mantenere l’autonomia e fare interventi di supporto alle famiglie.

Interessante inoltre l’inizio della progettazione di un gruppo di auto mutuo aiuto per donne che hanno vissuto una separazione, che è partita dalla Liguria ma potrebbe concretizzarsi in un gruppo on-line coinvolgendo anche donne del Piemonte. L’obiettivo è costruire una rete di sostegno, di solidarietà e di amicizia capace di superare almeno parzialmente la solitudine, che nel tempo rischia di sfociare in disturbi più gravi.

Importante anche il supporto a persone con disabilità che necessitano di farmaci non rimborsati dal servizio sanitario nazionale.

Grazie per il vostro sostegno e siamo pronti ad affrontare un 2023 pieni di speranza e gioia.                                                                  

Giorgio Bigoni e Alessandra Dogliani

(Life Share Piemonte)

Valle d'Aosta

L’associazione  ha iniziato la sua attività di volontariato nel settembre 2020, dando un supporto   alle famiglie che attraversano un periodo di difficoltà   economica  su segnalazione dei servizi sociali. Gradatamente si è iniziato a collaborare  con le Amministrazioni comunali di Aymavilles, Saint Pierre e Brissogne che ci hanno accompagnato coinvolgendo i negozianti con il progetto della “Spesa Sospesa”, sensibilizzando i cittadini. L'Associazione Life Share interviene prevalentemente fornendo alle famiglie beni di prima necessità quali aliment

Valle.jpg

 e freschi, prodotti di puericultura per infanzia e farmaci non coperti dal Servizio Sanitario Nazionale.

Alcune Amministrazioni hanno fornito all’Associazione un contributo economico che risulta necessario per integrare l’acquisto di alimenti o affrontare spese straordinarie di riscaldamento quali pellet, bollette elettriche, visite mediche.  Per alcune famiglie si chiede il supporto al Banco Alimentare a cui l’anno scorso si è data la disponibilità per contribuire alla raccolta della colletta alimentare.

L’Amministrazione comunale di Saint Pierre, sensibile alle problematiche sociali,  ci ha assegnato ad uso gratuito temporaneo una sede, dove i volontari possono lavorare rispondendo così ai bisogni del territorio della Comunità Montana Grand Paradis, Aosta e comuni limitrofi.

A seguito del   conflitto bellico in Ucraina, i volontari si sono attivati  immediatamente organizzando giornate per la raccolta e stoccaggio di beni di prima necessità da  spedire ai  confini con l’Ucraina e a seguito delle   segnalazioni ricevute dai Servizi Sociali, legate all’arrivo di profughi in Valle d’Aosta  l’associazione è intervenuta fornendo  alimenti vari e freschi, prodotti per l’igiene personale e abbigliamento.  Con  il CSV si è deciso di offrire un’azione di tutoraggio alle famiglie ucraine insieme ai servizi sociali, agli amministratori comunali. Il tutoraggio ha comunque permesso di rispondere al meglio alle esigenze personali dei nuclei, accompagnandoli nelle iscrizioni scolastiche dei bimbi, iscrizioni all’USL e dando le informazioni necessarie al graduale inserimento nella comunità valdostana oltre ad essere punto di riferimento per le famiglie ospitanti.

Luana Curtaz

(Life Share Valle d'Aosta)

Savona 003.jpg

Liguria

Inizio anno 2022 molto particolare con la Russia che ha attuato l’invasione dell’Ucraina. Ci siamo attivati in Liguria per aiuti alla popolazione ucraina con centri di raccolta a Genova, Savona e Loano. Il lato positivo di questa iniziativa è stato incontrare tante persone interessate alle nostre iniziative ed avere contatti con altre associazioni. Il risultato pratico è stato che 3.880 kilogrammi di materiale (abiti, cibo, medicinali) sono partiti dalla Liguria per raggiungere il nostro magazzino in Romania, ai confini con l’Ucraina.

Nella prima metà del 2022 abbiamo organizzato da Savona anche due corsi on-line. Il primo dal titolo “Depressione pandemica o pandemia depressiva” in collaborazione con la psicologa Dott.ssa Daniela Alonge. Il secondo dal titolo “The Marriage Course”, sulle tematiche matrimoniali. Abbiamo anche attivamente collaborato all’organizzazione e realizzazione del Campo Estivo per Famiglie che si è svolto a luglio in Valle d’Aosta.

Attualmente stiamo lavorando per attivare due progetti molto interessanti. Il primo dal titolo “Progetto Sole” è rivolto a donne che affrontano una separazione in età avanzata, dopo una relazione durata per un lungo periodo; si tratterà di un gruppo di auto mutuo aiuto con la collaborazione, quando ce ne sarà la necessità, di figure professionali. Il secondo intende essere un contributo, in un periodo in cui molte famiglie si trovano in difficoltà economiche, a gestire le risorse nell’ambito del risparmio legato al cibo e all’abbigliamento; volontarie con vasta esperienza in questi campi ci aiuteranno a realizzarlo.

Ettore Scazzola

(Life Share Network Liguria)

bottom of page